Sembra un film, ma accade giornalmente nei cantieri navali di Manfredonia…
Grazie a Nicola Muscatiello per aver reso cosi bene queste scene.

L’arte di tirare in secca una barca from Nicola Muscatiello on Vimeo.

Il trailer di un nuovo documentario del fotografo Nicola Muscatiello.

Cantieri Navali from Nicola Muscatiello on Vimeo.

ZE’ MONECHE

‘Nu jùrne, ‘nu mòneche, per fàrece zappé la vìgne, pegghiàtte ‘ngaggiàtte a düje cafüne pe fatjé ‘na jurnéte.
Arrevéte mezzjùrne li chiamàtte a mangé. Söpe ‘a tàvele apparecchiéte avöve mìsse ‘u vüne, ‘na pagnuttèlle de péne, döje savezìcchje e tre cepòlle.
Pe fé mangé ‘a cepolle ai cafüne, (acchessì jìsse ce frecöve tutt‘a savezìcchje) škaffàtte ‘nu mùzzeche ‘mbàcce a ‘na cepòlle e decètte:
“Ma quant’jì saprüte ‘sta cepòlle! Ma jì vermènde böne! Ma jì dòlce! Jì speciéle!”
Jüne d’i düje cafüne, penzàtte ‘nghépe a jìsse: “se jì stète tanta avandéte dau mòneche, uà jèsse veramènde saprüte”, e allungàtte ‘na méne pe pegghjàrece ‘na cepòlle.
Allöre cudd’ate, li menàtte ‘nu škàffe e decètte:
“Ma allöre nen ha’ capüte njinde ca la cepòlle ’i piéce a ze’ Moneche?! Facjüme ‘u sagrefìggje, mangiàmece nüje ‘a savezìcchje, e cìtte!”

All’opera nel nuovo Corso Manfredi

I lavori di restauro di Corso Manfredi procedono e la troup di Manfredonia News si è recata a dare un’occhiata, per verficare i tempi e i modi. Myriam Gentile ha intervistato il responsabile dei lavori Geom. Enocco Di Pietro. Vediamo cosa ci dice.

Alle case dei pescatori sul lungomare di Siponto…

I polipi a dondolo nel telaio

foto: Nicola Muscatiello

Purtroppo stamattina, 10 Febbraio, il sig. Giovanni Castriotta ci ha lasciati all’improvviso. Avrebbe compiuto 100 anni. Alla famiglia, va il nostro sincero cordoglio.
Grazie Sig. Giovanni !!!

Girato nel 2007, vi riproponiamo questo video, presente ora anche sulla pagina Facebook del Carnevale di Manfredonia, in cui Giovanni Castriotta, racconta con spiccata verve i divertimenti del passato.

Titolo: I carnevali del passato…a Manfredonia!
Genere: documentario
Anno: 2007
Paese: Italia
Regista e sceneggiatore: Luigi Beverelli
Direttore della fotografia: Nicola Muscatiello
Prodotto da: www.manfredoniano.com

La fontana Piscitelli ripresa con la tecnica HDR.

La fontana Piscitelli al tramonto

foto: Nicola Muscatiello

La chiesa Sant’Andrea e Piazza Falcone e Borsellino viste dal braccio del molo di ponente. La tecnica fotografica HDR da un tocco di classe allo splendido panorama.

L'insenatura della chiesa Sant'Andrea

foto: Nicola Muscatiello

Una splendida immagine del monumento al pescatore, sul lungomare di Siponto, realizzata con la tecnica fotografica HDR.
Da oggi tutte le immagini avranno una grandezza maggiore, vista la migliore diffusione dell’ADSL.

Il pescatore sul lungomare di siponto

foto: Nicola Muscatiello

L’interpretazione anche in chiave moderna, del Natale non tralascia di vedere nella festività un senso d’aspettativa e d’attesa, una visualizzazione ed un accostarsi alla vita con una gioia ed una gaiezza a lungo promesse.

E la stessa interpretazione, che affondi le radici nella tradizione mediterrranea o in quella nordica, resta pur sempre una rivisitazione del passato, un ritorno alla fanciullezza, come dire,alle origini della propria formazione umana.
Se pure nella chiassosità dei vari tempi storici, più o meno adeguata al relativo tenore di vita (ma pur sempre chiassosità), consumare il Natale ha significato e significa ancora il ricalarsi in se stessi, nel proprio mondo interiore.
Ed è, forse, questo afflato partecipativo della coscienza umana, a qualunque latitudine, a far si che quella interpretazione diventi contestuale, nello spazio e nel tempo.

Continua a leggere ‘Le tradizioni, gastronomiche e non, del Natale a Manfredonia’

Facce da fregi

Dove si trovano questi fregi?

Facce da fregi

foto di: Nicola Muscatiello

Durante il dominio dell’impero Halloweeniano, noi vi proponiamo invece le secolari tradizioni manfredoniane legate alla festa di Ognissanti e dei Defunti. Sono molto, molto, molto belle !

Queste due feste segnano, da noi, l’inizio della stagione fredda e, quindi, dell’autunno-inverno, poichè in ottobre resistono ancora le tradizioni e le consuetudini della buona stagione (o della stagione estiva).

Se da un lato, questa festa, rappresenta l’entrata nella stagione fredda e povera o, se si vuole, sonnacchiosa e sonnolenta e, perchè no, morta, per la vitalità sipontina; dall’altro, con il mistero della morte, essa si traduce in un conato liberatorio, quasi che il culto dei defunti si trasfonda in una sorta di sacrilega confidenza con i sacrifici, le sofferenze terrene.
Il culto dei morti, pertanto, si traduce in un colloquio più diretto con i propri cari defunti, quasi a condividere con loro l’agognata pace.
Un senso di pacata serenità sovrasta l’animo sipontino, chè quel colloquio può essere (e vuol essere) la fuoriuscita dalle tribolazioni quotidiane, ma, ancora più, la ricerca di conforto e di comprensione.
Continua a leggere ‘Le tradizioni nelle feste d’Ognissanti e dei Defunti’

Da sinistra:

Tonino Starace – sax in Sib e Mib
Tonino Racioppa – contrabbasso
Nardino Clemente – fisarmonica
Nino Tomaiuolo – batteria
Pierino Trotta – chitarra elettrica.

La foto del 1961 è stata scattata nel bellissimo Salone dell’ Hotel Daniele, ormai demolito…

Quando si suonava senza amplificatori

Decine di camion e una ruspa aprono una strada in mezzo al mare, per i prossimi rangiflutti.
Siamo sul lungomare del sole, dopo le case dei pescaotori (all’altezza del ponte lungo…)

I frangiflutti in costruzione a Siponto

I frangiflutti in costruzione a Siponto









About

Vita, morte e miracoli del popolo manfredoniano. Se volete contattarci scriveteci a: il@manfredoniano.com

Ultimi commenti

RSS