Le telefonate dei candidati…

Ispirati da un articolo di Manfredonia.net riguardante la privacy in campagna elettorale, abbiamo deciso di riportare qui di seguito un bel post dal blog di Andrea Beggi, che ben si adatta a quanto sta avvenendo per le nostre elezioni comunali e regionali:

Ieri sera ricevo una telefonata da $AnnoiatissimaSignorina, che mi esorta a votare per $Candidato, leggendo un testo standard con voce monocorde, tanto che all�inizio credevo fosse una registrazione.
A prescindere dalle considerazioni sulla privacy, mi chiedo che opinione ha $Candidato dei suoi potenziali elettori, se pensa che possano essere influenzati da una telefonata di 30 secondi. Di quel tono, poi.
E’ tale il fastidio che mi causano queste operazioni, che non voterei mai per $Candidato, anche se decidessi di andare a votare, cosa moooolto improbabile.

Chi sarà il $Candidato indigeno ???


Una risposta a “Le telefonate dei candidati…”  

  1. 1 Antonio Vigilante

    Questa mattina ho aperto la cassetta della posta della mia casa di Manfredonia. C’era una lettera del candidato sindaco Iavarone, con tanto di mio nome, cognome e indirizzo. Dal momento che ho ottenuto la residenza a Manfredonia solo da un mesetto ed il mio nome non sulla rubrica (non ho il telefono fisso), pu aver preso il mio indirizzo solo in Comune.
    Dopo un momento di indignazione, ho accantonato l’idea di adire le vie legali. Ma non voter Iavarone.







Ultimi commenti

RSS